Tell me more 4 – Storytelling

17 Luglio 2013 admin

Già  più volte ho parlato del ruolo dell’Arte come supporto al business. Con Mirabilia abbiamo utilizzato il linguaggio iconografico di Francesco Musante per parlare alle persone di tecnologia utilizzando alcuna parola: solo emozioni che dessero sensazioni uniche, personali, di modo che ognuno interiorizzasse e facesse propri gli elementi del racconto. Il potere nucleare dell’immaginario. Lo abbiamo detto: l’approccio Transmediale è un approccio fatto di voci, forme di interattività  e spazi espressivi. L’ambiente dello Storyworld delinea i need: enorme bisogno di spontaneità  e di un linguaggio che non sia artefatto ma diretto. La spontaneità  è un elemento quotidiano, tutti l’hanno, basta farla venire fuori. Qui nasce il progetto i colori della tua vita: tutti hanno la possibilità  di raccontare l’episodio più bello, particolare, forte, emozionante, esilarante della propria vita e regalarlo agli altri non foss’altro come una prova d’ottimismo, come uno sprone ad andare avanti o semplicemente come una semplice pillola colorata per strappare un sorriso o far riflettere su un tema. Nell’approccio Transmediale, ogni medium aggiunge un pò di materia drammaturgica e con i colori della tua vita la quotidianità  con le sue persone – quindi dal basso – fornisce nuovi elementi narrativi che potrebbero essere utili ad esplorare eventuali nuove frontiere narrative della storia. Be part of the rainbow.

Come afferma Max Giovagnoli, entrare nell’universo immaginativo di un progetto transmediale, è una esperienza molto articolata. Quello di cui c’è bisogno è la presenza di elementi narrativi capaci di agire da amplificatori di senso e da facilitatori dell’esperienza. Vedremo come si svilupperà .