Neverending Story[telling]

16 Novembre 2011 admin

Lo scorso 9 novembre aprivo il mio post così: Questa è una storia, che prende avvio per merito di un Grazie. L’esperienza imprenditoriale di cui vi parlavo è un bell’esempio di storytelling che Roberta Castiglione sta condividendo fin dal primo giorno della sua avventura imprenditoriale. Ho iniziato a studiare la sua realtà  un paio di anni fa, non in maniera assidua, ma con costanza; incontrandola di tanto in tanto scambiandoci pareri su varie tematiche. Continuo a farlo. Rileggendo a posteriori questi due anni, voglio provare a tracciare alcuni elementi essenziali della capacità  di Roberta nel raccontare quotidianamente la sua lana d’Abruzzo.

Il primo elemento è la semplicità . La vera sfida che i brand devono vincere è appunto questa: raccontare con semplicità  la nascita dei propri prodotti e, per farlo, è necessario avere una solida struttura di approccio come la si ha per la progettazione di una casa. Prima le fondamenta, poi i muri a seguire l’esposizione e per concludere l’arredo.

Il secondo elemento è la scelta di campo: nell’intraprendere una dinamica narrativa, i brand devono necessariamente esporsi acquisendo un punto di vista specifico, un posizione che si traduce in un definito ruolo sociale in cui la coerenza è l’ingrediente per la credibilità .

Il terzo elemento è rappresentato dall’etica: la volontà  di trasformare un monologo in un dialogo in quanto la narrazione riguarda tutti partendo dal basso per unire le varie voci ed elevare l’esperienza che si sta narrando. Seguendo questo approccio, tutto ciò che viene raccontato prende vita per gettare un ponte tra identità  individuali, collettive e sociali cementando di giorno in giorno gli elementi della ralazione narrativa: quella umana e quella dialettica che insieme trasformano se stessi in un rapporto chiastico. Questa trasformazione, se autentica, genera performatività  culturale: attiva culturalmente individui, gruppi, comunità  e chiama in causa nuove connessioni interculturali. E’ questo il significato de i progetti di senso: il Senso permette di misurare l’intensità  della storia, il grado di coinvolgimento che riesce a generare.

Il quarto ed ultimo elemento è il delivery della narrazione; due sono gli elementi fondamentali: il contesto e la scelta dei tempi. Ma su questo aspetto voglio dedicare un post un pò differente… stay tuned!