Instagram dal DNA social

8 Marzo 2011 admin

Qualche giorno fa ho scaricato l’App Instagram ed ho effettuato la registrazione sul sito. Ottimi gli effetti che è possibile realizzare. Al di là  della qualità , Instagram ha in sè il germe della Socialità . Veniamo sinteticamente ai fatti: accompagnare una app con un sito dedicato all’interno del quale è possibile invitare amici, condividere foto. Cosa ha di più rispetto a Flickr? L’originalità  che è possibile conferire agli scatti. Tali aspetti hanno attratto oltre  2 milioni di persone che postano giornalmente oltre 290.000 scatti. Ma non finisce qui. Alcuni Brand hanno intrapreso un percorso veramente non convenzionale interpretando gli spazi che Instagram mette a disposizione per dare una immagine diversa di sè per raggiungere nuovi clienti. La possibilità  di inserire gli Hashtag è stata la chiave di volta: PepsiCo con il suo brand Brisk Iced Tea ha invitato le persone ad inviare immagini con il tag #briskpic poichè con alcune di esse saranno personalizzate una serie di lattine. Fino ad ora sono stati inviati oltre 1500 scatti. NPR (National Public Radio) ha invitato le persone a taggare le proprie foto con #odio o #amore per ricercare nuovi stili e nuove tendenze in campo artistico, musicale etc. L’aver interpretato in maniera non convenzionale una piattaforma potenzialmente dedicata “solo” alle immagini ha fatto germogliare – a mio avviso – un tasso di viralità  molto elevato, e tale fenomeno è stato supportato dall’Allways On grazie alla penetrazione degli iPhone negli States. Ma l’appetito vien mangiando: in Instagram non sono rimasti con le mani in mano. E’ in versione “Beta” (tks) la prima stampante instagram con tecnologia Zlink (stampa a caldo in assenza di inchiostro) che verrà  lanciata il prossimo 18 marzo: in grado di riconoscere e stampare i tag ed i commenti. Da oggi fino al 10 marzo è possibile inserire il tag #instaprint e vedere le proprie foto su instaprint.me. Gli organizzatori di eventi sono avvisati…. Stay tuned!