Il Valore del Senso

26 Luglio 2011 admin

Lo scorso 21 luglio ho tenuto il webinar sul tema Open innovation. Vari sono stati i punti trattati, tra tutti l’importanza per il brand di affidarsi alla propria storia. Affidarsi, e non è un verbo scelto a caso. La sua etimologia da affidare prende le radici nel significato di dare in custodia, consegnare alla cura, più in generale garantire. E’ dalla propria storia che il Brand può addirittura arrivare a spogliarsi di se stesso e riverstirsi di sostanza ed approcciare il mercato attraverso la realizzazione di progetti di senso. Abbiamo alcuni esempi di brand noti che hanno intrapreso questo percorso: nel maggio del 2009 la vodka Absolut lanciò una limited edition: no label, senza etichetta. Per la prima volta un brand ha avuto il coraggio di affrontare il mondo completamente nudo (rif. L’internazionale 15 luglio 2010) presentando una bottiglia senza etichetta e senza logo per veicolare l’idea che l’aspetto esteriore non conta, l’importante è il contenuto. Un approccio forte. Se riflettessimo solo su queste parole, vedremo che il lavoro da fare è immenso e che i confini operativi in termini di possibilità  si allargherebbero a dismisura. Starbuks ha fatto altrettanto. Ha inaugurato il suo primo negozio senza marchio a Seattle, chiamandolo 15th Avanue E Coffee and Tea. All’interno del locale i clienti erano invitati a portare la loro musica preferita da trasmettere nel locale e a far conoscere le causo sociali a cui tenevano di più: tutto per contribuire a creare quello che l’azienda ha definito una personalità  collettiva. Il percorso è lungo e faticoso: il primo passo, come ho anticipato nel webinar, è diventare notai del brand che gestiamo, partendo dal passato ed identificando le storie che hanno fatto, nel bene e nel male, il brand che rappresentiamo. Ci si sorprenderà  a scoprire che si hanno storie ogni qualvolta personaggi ed avvenimenti particolari si influenzano a vicenda, formando una narrazione con un suo significato (rif. Flannery O’Connor). Costruiamo su queste. Scoproremo che avremo la possibilità  di raccontare nuove storie all’interno delle quali convoglieranno persone grazie ad avvenimenti particolari (i famosi progetti di senso che amo tanto). Avvenimenti e persone si influenzeranno a vicenda, creando delle narrazioni con specifici significati. Come diceva Studs Terkel, un grande storico dell’oralità  “la speranza non è mai discesa dall’alto, è sempre spuntata dal basso”. E pensare che nemmeno qualche settimana fa un responsabile marketing mi ha detto che vogliono aumentare la dimensione del logo sui loro materiali BTL. … C’è speranza?