Il valore dei Valori

4 Dicembre 2014 admin

Etica, dal greco èthos (comportamento), è la branca della filosofia che studia i valori morali che guidano i comportamenti degli uomini. Da sempre si dice che l’azienda è fatta da persone ma la cosa più difficile è far sì che le persone si comportino in maniera eticamente corretta nei confronti dei propri colleghi, superiori e subalterni. L’adozione di comportamenti scorretti, infatti, è l’avvio della distruzione dell’azienda. Molto spesso corre il rischio di essere considerata un elemento di carattere sovrastrutturale e scarsamente incidente sulla realtà  delle cose. Ma non è così. L’esistenza di un’etica che possa offrire un concreto apporto al business deriva dal fatto che ogni obiettivo particolare può essere raggiunto attraverso alternative molteplici da individuare e da definire, ciascuna delle quali però comporta una scelta di valori e, pertanto, una componente etica. Nella mia attività  di docenza/consulenza ho avuto la possibilità  di contribuire a focalizzare i Valori etici affinchè venissero adottati o confermati determinati comportamenti che si riflettessero positivamente anche nel business. Nel caso che ho seguito la cosa interessante che è emersa è stata la conferma di avere una vera comunità  di persone che, ognuno con le proprie caratteristiche di eccellenza e di fallibilità , persegue uno stesso obiettivo avendo la stessa percezione dell’azienda. In termini operativi questo humus genera processi qualitativi deliberati che spingono tutte le persone dell’azienda verso un miglioramento continuo. L’analisi è stata svolta con un processo di graduale, a piccoli passi. Lo avevo accennato nel post elogio della bussola. Primo elemento è stato identificare e definire la Mission dell’azienda. Troppo facile intervistare la proprietà . Abbiamo intervistato – con tecnica ad hoc – tutte le persone dell’azienda: dalla proprietà  agli operativi. L’atto di analisi dei questionari è stato uno dei momenti principali: grazie ai Thesaurus si sono potute identificare le macro aree di percezione. Il secondo passaggio è stato quello di realizzare una analisi semantica sulle macro aree di percezione: l’analisi (manuale) ha restituito connessioni comportamentali che hanno permesso di scrivere una prima bozza di missione. Terzo step: mettere alla prova la bozza identificata applicando opportune tecniche di conferma. Quarto step: Mission identificata. Il percorso per approssimazioni successive che è stato seguito, ha fatto emergere fin da subito un sbstrato etico comune, non sempre dichiarato in modo esplicito, ma ben evidente nel carattee delle rispsoste. La grande convergenza di opinoni rispetto a come le persone percepiscono (utilizzo il presente volutamente) l’azienda per la quale lavorano ha facilitato notevolmente il compito di focus sui Valori etici. E’ stato sufficiente individuare tra i vari dichiarata i comuni denominatori ed esplicitarli in maniera forte e chiara, connotandoli quanto più possibile su comportamenti operativi quotidiani, per permetterne una facile riconoscibilità  di fatto. Mi è apparso evidente come la linea da seguire per esplicitare etica e business èsicuramente la categoria della relazione. Partendo dalle persone il percorso ha toccato l’identità  (io e l’azienda), la socialità  (io con gli altri nell’azienda) e la territorialità  (noi dove); l’intero progetto ha portato questi tre aspetti ad essere riconoscibili e fruibili da tutti fornendo consapevolezza, motivazioni ed intuizioni per il futuro.