Domanda di mercato B2B: come i big data possono aiutare il business

1 Marzo 2019 admin

Molto spesso la domanda di mercato per il settore B2B non viene associata all’universo online. La distanza che separa il mondo del Business to Business dall’online è per percepita da molti. Ma in realtà non è così. In un momento in cui Amazon sta vendendo prodotti alimentari Italiani evidentemente la distanza tra B2B ed il mondo online non esiste. Vediamo come i Big Data possono aiutarci ad interpretare questo settore.

Il B2B nel settore alimentare

Il B2B food è, probabilmente, il settore maggiormente interessato e maggiormente delicato. La supply chain del comparto alimentare e più in generale del comparto agroalimentare, è molto complessa: basti pensare al mantenimento della catena del freddo. Nel trasferire le merci da un luogo all’altro, è importante affidarsi ad un servizio di logistica completo. Il servizio di logistica non si limita alla tratta produttore, Ho.Re.Ca o produttore consumatore; ma è ben più esteso e passa necessariamente attraverso magazzini logistici specializzati. Laddove la catena del freddo vada mantenuta, questi magazzini devono essere specializzati nel controllo della temperatura: devono essere magazzini a temperatura controllata.

Logistica a temperatura controllata: quale la domanda di mercato

I big data presenti in rete possono restituire preziose informazioni. Il settore analizzato è molto complesso e necessita di diverse attività di web scraping. L’estrazione dei dati dalla rete per poter ricostruire in modo completo la tipologia della domanda di mercato nel B2B food, passa attraverso una stratificazione di estrazione dei dati. Questa stratificazione deve toccare diversi livelli di servizio che definiscono l’industry come ad esempio (ne cito solo alcuni):

  • Picking: distribuzione del materiale dall’unità di carico principale, in unità più piccole
  • Riconfezionamento
  • Servizi documentali

Per testare l’esistenza di domanda, per questa analisi ho realizzato un’attività di scraping di primo livello: limitata solo alla key “Logistica a temperatura controllata”. I volumi estratti sono interessanti: parliamo di oltre 20K ricerche l’anno (al momento dell’estrazione dei dati) che si distribuiscono in oltre 1600 volumi di ricerche mese.

B2B_domanda_di_mercato_long_tailLa Long Tail restituisce un settore altamente di nicchia, dove le ricerche sono molto particolareggiate. La competizione si gioca tutta nella parte bassa della curva di domanda, che cuba oltre l’80% delle ricerche ad un costo superiore del 200% rispetto alla parte alta della long tail, e del 106% rispetto alla media ponderata del prezzo. Una industry dove, per emergere, è necessario posizionarsi per i segmenti che compongono il mercato e, laddove si volesse accompagnare l’attività con ADV, avere del budget.

Logistica a temperatura controllata: i segmenti della domanda di mercato

Long_tail_segmentazione_di_mercatoLe istanze di ricerca realizzate, hanno portato all’identificazione di cinque segmenti. I volumi maggiori sono generati da persone che cercano informazioni sulle aziende che forniscono servizi di stoccaggio (segmento Magazzini), la competizione più alta è presente nel segmento Spedire: si ricercano partner per la spedizione in condizioni di temperatura controllata.

L’intento di ricerca non è tanto navigazionale, quanto informativo/transazionale.

Mutuando il gergo logistico, abbiamo effettuato un Picking della domanda di mercato nel B2B ed in particolare nella logistica a temperatura controllata.

Per ottenere l’intera domanda di mercato si dovrebbe procedere realizzando il web scriping su tutti gli elementi che immaginiamo possano definire il comparto, unirli all’interno di un unico dataset, avviare l’indagine completa.

Se anche tu vuoi acquisire le tecniche per analizzare il mercato, scegli tra le due proposte che propongo: corsi per privati oppure laboratori formativi per PMI.