Amazon: intorno al marketplace

19 Febbraio 2020 admin

Quando parliamo di Amazon, pensiamo subito alle vendite online: è senza dubbio il marketplace più noto al mondo. Oltre ad essere anche un motore di ricerca che sta battendo Google quanto l’intento di ricerca è strettamente mirato all’acquisto, attorno ad Amazon ruota un mondo. Andiamo per ordine.

Amazon: il trend nelle ricerche

Analizzando le ricerche che il termine Amazon ha prodotto negli ultimi 5 anni in Italia, notiamo come il fenomeno sia in netta crescita con una certa stabilizzazione nell’ultimo anno. Analizzando il grafico, i picchi di maggiore ricerca sono relativi al mese di dicembre, in particolare dalla metà del mese. I piccoli picchi intermedi fanno riferimento ai mesi estivi di luglio.

Queste indicazioni, lato utente, mostrano una certa ciclicità delle ricerche e, per certi versi, mostrano quando la permeabilità dei prospect è più predisposta all’acquisto.

Analizzando anche le ricerche correlate “più cercate” possiamo conoscere quali siano le merceologie che arricchiscono queste ricerche:

  • Amazon Prime
  • Amazon video
  • Amazon libri
  • Amazon scarpe

Tra le ricerche “in aumento” tra le top 3 troviamo

  • Amazon black friday
  • Amazon 18app (la possibilità di acquistare su Amazon con il “Bonus Cultura”)
  • Amazon prime video

Per sommi capi, quindi, possiamo capire come il marketplace Amazon venga “sfruttato” da chi dovrà utilizzarlo per cliccare ed acquistare.

Amazon FBA: il marketplace per vendere

Amazon viene utilizzato come motore di ricerca dagli utenti per poter acquistare; ma Amazon è anche la piazza per poter vendere. Da questo punto di vista com’è la situazione?

Due sono le possibilità che si hanno per poter vendere su Amazon:

  • Amazon FBA: l’acronimo FBA sta per Fulfilment By Amazon, vendiamo prodotto utilizzando l’intera logistica di Amazon dallo stoccaggio dei prodotti, alla loro spedizione, fino alla gestione dei resi;
  • Amazon FBM: l’acronimo FBM sta per Fulfilment By Merchant, vendiamo il prodotto ma non utilizziamo la logistica di Amazon, il brand è indipendente nella gestione della filiera del delivery e del post-vendita

Il fenomeno in Italia è abbastanza recente: il picco delle ricerche è avvenuto interno a metà del 2018. Da quel periodo in poi le persone interessate a vendere utilizzando la piattaforma di Amazon, cosa hanno cercato? Dalle ricerche correlate emergono i seguenti items:

  • Corso su Amazon FBA: la necessità di formarsi per capire come operare al meglio
  • Alibaba: il marketplace cinese dove poter acquistare merce  a prezzi competitivi lucrando sulla differenza di prezzo alla rivendita
  • Amazon FBA Calculator: lo strumento che Amazon mette a disposizione per identificare la marginalità

Corso su Amazon FBA: dove trovarli?

Formarsi sugli aspetti più importanti che muovono le operatività di Amazon FBA è l’aspetto differenziante per avere la possibilità di operare partendo da una conoscenza necessaria a non commettere errori.

Il formato video è quello maggiormente utilizzato per poter vendere dei corsi. Analizzando quota parte di questa realtà con la tecnica della Social Networking Analysis, il quadro che appare è il seguente

Le metriche del sociografo (blind) mostrano come il cluster G3 sia quello maggiormente denso e che raccoglie lemaggiori interazioni nei commenti: segno che chi propone un corso formativo vive la piattaforma relazionale YouTube come una piattaforma sulla quale confrontarsi e sulla quale costruire relazioni di caring.

Appare evidente come la networksfera di Amazon sia abbastanza variegata e complessa, dove la competizione – soprattutto lato vendors – si giochi su moltissimi fattori dove la formazione ha un aspetto molto importante.

 

Se anche tu vuoi apprendere le tecniche dell’analisi di mercato utilizzando i big data presenti in rete e le tecniche tipiche della Social Networking Analysis, consulta la pagina dedicata ai corsi.