Ferrari SP38 internal unveiling

Questo fine settimana a Villa d’Este sul lago di Como, in occasione del Concorso dell’eleganza, ci sarà l’internal unveiling della Ferrari SP38: modello unico che la divisione One-Off di Maranello ha prodotto su specifica richiesta di un facoltoso cliente. (maggiori info qui)
In rete ho analizzato la domanda su questo tipo di prodotto. L’interesse a livello mondo è stato molto alto nella giornata del 23 maggio, durante la quale c’è stato l’annuncio.
Tra i paesi maggiormente attenti alla notizia emerge l’Italia seguita dalla Svizzera.
Focalizzando l’analisi sull’Italia, l’Emilia Romagna (con maggiore domanda da Maranello) e la Lombardia sono le regioni più permeabili all’evento e le ricerche effettuate, oltre al tema principale, sono state quelle relative ai modelli che possono aver inspirato la nuova One-Off: ovvero la Ferrari F40, la mitica 488GTB e la Lotus Evora
A livello di rete, su Twitter ci sono state conversazioni a supporto, ma non in termini di relationship. Al momento del prelievo dei dati, le misure strutturali non evidenziano segnali di community: il tasso di effervescenza relazionale è inesistente (2,96%). Aspetto interessante, però, è la geografia relazionale che si è definita. L’architettura è quella di un Support Network al contrario dove il nodo centrale dei 5 segmenti, è sollecitato moltissimo ma non attiva un comportamento proattivo e le persone che lo supportano non dialogano tra di loro. Eccezione, seppur leggera, appare nel gruppo 2 dove esiste una minima interazione tra i membri che lo compongono ed i temi “condivisi” rappresentano il design dell’auto.
 
Certamente la geografia relazionale è condizionata dagli accadimenti dell’evento: probabilmente al momento dell’analisi l’internal unveiling della SP38 non è ancora avvenuto. Vedremo nel corso della giornata di domani 27 maggio.
 

Ferrari SP38 Unveiling: domenica 27 maggio

Nella giornata di domenica 27 maggio, l’ultima dell’evento “Concorso dell’eleganza” l’effervescenza relazionale non si è mossa più di tanto. Quello che ho notato è che nessuno stava twittando. Probabilmente il target dell’evento non era particolarmente avvezzo. Avevo comunque un obiettivo: vedere l’interno della Ferrari #SP38. Scandaglio la rete per tutto il giorno e, intorno alle 18:00 riesco a trovare un filmato, una diretta Facebook per la verità, nella quale venivano mostrati i prototipi. Tra questi anche la SP38. Prontamente li contatto per avere l’ok ad utilizzare alcuni frame del filmato su Twitter. Consenso ottenuto. Realizzo quindi 5 tweet, con mention mirate, con lo scopo di tirare su il segmento della geografia relazionale di cui facevo parte (G2 nel grafo) e nel quale avevo un valore di centralità importante. Quello che sono riuscito a portare a casa è realizzare un tasso di effervescenza relazionale del segmento pari al 22% (dieci volte superiore allo stesso tasso dell’intero network).
 

Ferrari SP38: cosa ho scoperto

La nuova One-off è stata commissionata da una donna, il cui nome è Deborah. Il suo nome è stato svelato questa mattina durante l’unveiling della vettura. Deborah è Svizzera ed è appassionata di arte. Il suo nome completa la sigla della vettura: SP38 Deborah. Con il suo nome è stata battezzata la nuova palette di rosso: una tonalità particolare, inesistente all’interno delle palette standard Ferrari. La sua passione per l’arte ha influenzato il disegno del lunotto posteriore della SP38 (lunotto praticamente inesistente): l’intento era quello di creare un tutt’uno con l’intero posteriore della vettura.
Voglio ringraziare il team Italia di Motor1.com per la disponibilità delle immagini, senza le quali non avrei potuto aumentare su Twitter l’effervescenza del segmento. Qui se volete sapere chi ha vinto il concorso dell’eleganza.