Conte Premier: analisi delle conversazioni in rete

La giornata di ieri ha visto la nomina di Giuseppe Conte quale premier incaricato per il governo M5S Lega. Questa mattina l’hashtag #Conte è stato in trend per un certo periodo. Ho prelevato un campione casuale di conversazioni dalle API pubbliche di Twitter, ed ho effettuato una veloce analisi. La tematica è particolare e la Social Networking Analysis restituisce un pattern ideale: quello Polarizzato. Vediamo come si legge.

Social networking analysis: le conversazioni polarizzate

Le conversazioni polarizzate sono caratterizzate da due gruppi grandi e densi che hanno poca connessione tra loro. Gli argomenti in discussione sono spesso soggetti politici altamente conflittuali e scottanti. In realtà, di solito c’è poca conversazione tra questi gruppi, nonostante il fatto che siano focalizzati sullo stesso argomento. Le folle polarizzate su Twitter, infatti, non stanno discutendo: si stanno ignorando a vicenda mentre puntano a risorse web diverse ed utilizzano diversi hashtag.

Quello che vedi:

Il grafico di rete rappresenta le connessioni tra 3700 utenti Twitter i cui tweet contenevano l’hashtag #Conte tra il 23 ed il 24 maggio 2018. Le relazioni riguardano i seguenti aspetti: “Re-tweet” e “mention”.

Che cosa significa:

La geografia relazionale di una rete Polarizzata, vede due grandi gruppi densi di persone che parlano dello stesso argomento ma, cosa più importante, è che non si connettono tra loro, non utilizzano le stesse parole, fanno riferimento a URL e hashtag diversi. Ci sono pochi utenti che collegano le connessioni tra questi gruppi. Poche persone che parlano di questo argomento sono “isolate” dagli altri.

Social networking analysis: analisi del contenuto

L’analisi del contenuto dei tweet creati dalle persone in ciascun gruppo ha mostrato che le parole, gli hashtag e gli URL menzionati in ciascun gruppo sono molto diversi, nonostante l’argomento sia comune. Nella mappa della rete ogni gruppo è etichettato con gli hashtag più frequentemente utilizzati dagli utenti di quel gruppo. Il gruppo in alto è rappresentato da persone che approvano la scelta del nuovo premier, il gruppo in basso e composto da persone che non approvano la scelta del nuovo premier. I primi hanno utilizzato maggiormente hashtag come #Governo5SLega piuttosto che #Totoministri; i secondi #curriculumtaroccato piuttosto che #avvocatodelpopolo.

Al di fuori di questi gruppi principali ci sono gruppi più piccoli con  poche connessioni, questi costituiscono il cosiddetto rumore di fondo che cinge a corona i due gruppi principali. Queste persone disconnesse menzionavano l’hashtag “#Conte” ma non si osservava che seguissero, rispondessero o menzionassero chiunque lo facesse in questo set di dati. Potrebbero essere persone che stanno appena iniziando a parlare di questo argomento e di questioni politiche correlate, poiché mancano di collegamenti con persone che stanno già discutendo l’argomento. Per una comprensione migliore del fenomeno, allego la geografia relazionale completa.

Nel mezzo di ciascuno dei due grandi gruppi ci sono pochissimi utenti che sono “hub”: persone con molte connessioni. Queste connessioni raramente abbracciano il divario per connettersi alle persone in altri gruppi. Nel caso in esame l’hub mediano è il profilo satirico @lefrasidiosho